ASSOCIAZIONE CAPOL

CENTRO ASSAGGIATORI PRODUZIONI OLIVICOLE LATINA

La CAPOL è una Associazione la cui attività principale è la valutazione completa della qualità dell’olio mediante l’integrazione dei metodi tecnici analitici con quelli sensoriali, nonché la formazione ed il perfezionamentodella competenza degli assaggiatori di olio vergine d’oliva.

All’associazione possono aderire oltre agli iscritti nell’Elenco Nazionale di Tecnici Esperti degli Oli di Oliva, tutti coloro che sono in possesso dell’attestato di partecipazione ai corsi di assaggiatori, così come disciplinato dal Regolamento (CEE) 2568/91.

In due anni di attività il Capol ha valutato circa 600 campioni di olio provenienti principalmente da tutte le aree olivicole della provincia; in prossimità dello svolgimento del concorso: “L’Olio delle Colline”, gli oli esaminati raggiungono un numero di circa 200 in due mesi.

Il Capol nasce nel 2005 come comitato nell’ambito dell’ASPOL, su iniziativa di alcuni assaggiatori iscritti nell’elenco nazionale articolato su base regionale, ma anche di tecnici esperti degli oli di oliva vergine, funzionari regionali, tecnici dell’ASPOL ed agronomi esperti del settore olivicolo; operatori di diversa provenienza ed interessi ma tutti estimatori del buon olio extravergine di oliva.

Nel Maggio 2006, considerato l’elevato numero delle richieste di analisi ed il vivo interesse dei produttori, frantoiani e consumatori, il Capol si costituisce come associazione “Centro assaggiatori produzioni olivicole Latina”.

L’olio di oliva è il primo prodotto alimentare per cui l’analisi sensoriale basata sul sistema del “Panel Test”, costituisce una discriminante merceologica, per questo uno degli obiettivi del Capol è la costituzione di un panel di assaggiatori della e nella provincia, ai fini della valutazione e del controllo delle caratteristiche organolettiche degli oli extravergini di oliva di cui all’art. 4 del Reg.(CEE) n. 2568/91.

Questo panel di assaggiatori dell’olio extravergine d’oliva della Provincia di Latina risulta quanto mai importante anche in considerazione della registrazione, promossa dall’ASPOL, della Denominazione d’Origine Protetta (DOP) “Colline Pontine”.